Warning: Parameter 1 to wp_default_styles() expected to be a reference, value given in /home/illumi93/cardiologiaveterinaria.eu/wp-includes/plugin.php on line 601

Warning: Parameter 1 to wp_default_scripts() expected to be a reference, value given in /home/illumi93/cardiologiaveterinaria.eu/wp-includes/plugin.php on line 601
Cardiologia Veterinaria » Esame Ecocardiografico

Esame Ecocardiografico

L’ecocardiografia transtoracica è l’esame strumentale non invasivo più adeguato per la diagnosi definitiva di cardiopatia nei piccoli animali, fornendo una valutazione sia morfo-strutturale che funzionale del cuore e consentendo di stabilire una prognosi e guidare le scelte terapeutiche.

 

Un esame ecocardiografico completo è costituito da:

  • Esame bidimensionale
  • Monodimensionale
  • Color Doppler
  • Esami Doppler ad onda pulsata, continua e tessutale.

 

La metodica bidimensionale consente di evidenziare le alterazioni a carico delle diverse strutture cardiache e valutare la funzione sistolica globale e segmentaria.

L’esame monodimensionale, attraverso la misurazione degli spessori parietali e dei diametri cavitari, fornisce numerosi parametri di funzionalità ventricolare sinistra e destra.

Il Doppler, sia spettrale che a codice di colore, analizza la velocità e la direzione del flusso ematico, consentendo di evidenziare stenosi, insufficienze valvolari, shunts e di stimare in modo indiretto i valori pressori camerali.

L’ecocardiografia, infine, facilita l’esecuzione della pericardiocentesi e può guidare alcune procedure interventistiche consentendo di evitare l’uso dell’intensificatore di brillanza

L’esecuzione dell’esame ecocardiografico deve conformarsi agli standard pubblicati, permettendo di ridurre la variabilità intra- ed inter-operatore in caso di esami seriali effettuati dallo stesso operatore o da operatori diversi.

 

Per tale motivo, salvo importanti controindicazioni, i pazienti vengono posti in decubito laterale, destro e sinistro, su un apposito tavolo da ecografia fenestrato. Spesso sarà necessario tricotomizzare l’aia cardiaca.

Le sonde a disposizione sono una sonda elettronica di tipo microconvex con frequenza pari a 6-10 MHz, una sonda elettronica phased array con frequenza pari a 2-3 MHz ed una sonda elettronica phased array con frequenza pari a 2,5-7 MHz.